sabato 28 marzo 2009

Prima Nazionale "Ultimo Crodino"


Comunicato Stampa
L’ultimo crodino
21 marzo 2009 ore 22.15
Grantola, Cinema Mignon

Gli immediati dintorni e il cinema tornano ancora una volta al centro delle iniziative culturali coordinate dalla Comunità Montana Valli del Luinese: il Presidente e l’Assessore alla Cultura sottolineano l’importanza di dare una continuità ad un percorso culturale iniziato negli anni passati con la proiezione delle pellicole Anita e Appuntamento ad ora insolita.
L’ultimo crodino verrà così presentato in prima nazionale ad ingresso libero al cinema Mignon di Grantola, in data 21 marzo alle ore 22.15: il co-protagonista Enzo Iacchetti prenderà parte alla serata con il regista Umberto Spinazzola e sarà a disposizione del pubblico per soddisfare ogni simpatica curiosità riguardante questa commedia in cui ha recitato con Ricky Tognazzi e Serena Autieri.
L’appuntamento sarà organizzato dalla Comunità Montana Valli del Luinese in collaborazione con la Banca del Tempo di Luino .

L’Ente Montano vanta anche un cineforum in corso al cinema Mignon di Grantola in cui funge da tessuto di coordinamento e che vede in asse i quattro comuni: Brissago Valtravaglia si pone come capofila, con Grantola, Mesenzana e Montegrino Valtravaglia valorizzati da una rassegna cinematografica con pellicole d’essai proiettate ogni sabato pomeriggio di marzo, alle ore 16 ad ingresso gratuito.

Comunicato Cineforum

Comunicato stampa
Cineforum Mignon di Grantola
Comuni di Brissago Vt, Grantola,
Mesenzana, Montegrino Vt
in collaborazione con
Comunità Montana Valli del Luinese,



Gli immediati dintorni e il cinema tornano ancora una volta al centro delle iniziative culturali coordinate dalla Comunità Montana Valli del Luinese. Come sottolinea l’Assessore alla Cultura Franco Compagnoni, “Proprio con questo cineforum, la Comunità Montana Valli del Luinese dona continuità al fil rouge iniziato negli anni trascorsi con ottime proposte musicali e cinematografiche, quali, ad esempio, la proiezione delle pellicole Anita e Appuntamento ad ora insolita. Questa iniziativa, inoltre, in cui la Comunità Montana funge da tessuto di coordinamento, vede in asse quattro comuni che sono così valorizzati da una rassegna cinematografica d’essai”.
I comuni coinvolti di cui Brissago Valtravaglia si pone come capofila, sono Grantola, Mesenzana e Montegrino Valtravaglia.
Giusy Giordano, sindaco di Brissago Valtravaglia, già capofila di Agenda 21 locale, ha voluto dare al pubblico l’opportunità di condividere tematiche su cui riflettere attraverso pomeriggi di alta cultura. Le pellicole cinematografiche rappresentano spunti di dialogo e di confronto. L’iniziativa è sicuramente nuova e particolare, poiché è la prima volta che questi quattro comuni seguono insieme un’iniziativa di carattere culturale.
Una nuova opportunità accolta con entusiasmo anche dai tre rappresentanti degli altri comuni coinvolti, Silvano Ronzani, sindaco di Grantola, con il rappresentante comunale Federica Pedroletti, Alberto Rossi, sindaco di Mesenzana, con l’assessore Massimo Motti, e Battista Parietti, sindaco di Montegrino, che riconoscono in questa, un’iniziativa di educazione all’immagine, rivolta principalmente ai giovani, dall’importante scopo didattico e divulgativo.
La sinergia che si è creata tra i comuni rappresenta sicuramente un esempio di good practices, quelle “buone pratiche” da seguire in futuro.





Cineforum

Una produzione degli Assessorati alla cultura dei Comuni di Brissago Vt, Grantola, Mesenzana, Montegrino Vt in collaborazione con
Comunità Montana Valli del Luinese, l’eco del varesotto

Il cinema Mignon di Grantola propone al nostro territorio nello splendore del dolby stereo quattro film in prima visione locale, passati per festival internazionali ma usciti alla chetichella in Italia.
Nessuno noioso, tutti fanno conoscere storie e luoghi insoliti. Costituiscono insomma una sorta di viaggio cinematografico per spettatori intelligenti e curiosi.

IL PROGRAMMA

experiri libet/voglio sperimentare

● sabato 7 marzo
L’anno in cui i miei genitori andarono in vacanza
Cao Hamburger, Brasile 104’
Comune di Brissago Vt
saluto della Comunità Montana Valli del Luinese

● sabato 14 marzo
Control
Anton Corbijn, Gran Bretagna 122’
Comune di Grantola

● sabato 21 marzo
Sotto le bombe
Philippe Aractingi, Libano 98’
Comune di Mesenzana

● sabato 28 marzo
Le tre scimmie
Nuri Bilge Ceylan, Turchia 109’
Comune di Montegrino Vt

Alle ore 16: presentazione, film e discussione a cura di Al pianoforte
Angelo Franco Aschei Alberto Luciano Avvinti
L’ingresso è gratuito
e aperto a tutti

Fuori programma

ENZO IACCHETTI presenta in prima nazionale
L’ULTIMO CRODINO film di Umberto Spinazzola
con Enzo Iacchetti e Ricky Tognazzi
cinema MIGNON di Grantola
● sabato 21 marzo ore 22.15 ingresso libero, fino esaurimento posti

venerdì 12 dicembre 2008

foto: Green Sisters
Una seconda edizione che si annuncia foriera di profonde e magiche emozioni: in data 17 dicembre alle ore 21.00 presso il Teatro Sociale di Luino, Natalevolissimevolmente incanterà il pubblico con un augurio natalizio speciale. I numerosi protagonisti scalderanno il cuore di coloro che seguiranno lo spettacolo e si alterneranno, creando una vera e propria colonna sonora recitata, cantata, danzata per scambiarsi gli auguri natalizi.
L’ organizzazione della serata è di alcune associazioni del territorio che insieme alla Comunità Montana Valli del Luinese e al Comune di Luino, dopo il successo della prima edizione, hanno deciso di riproporre “in parole e musica” gli Auguri di Natale al pubblico della città e non solo. Le associazioni luinesi che hanno ideato, organizzato e promosso lo spettacolo sono: gli Amici del Liceo, gli Amici del Teatro, la Banca del Tempo, la Luino Pro Loco, la Società Operaia di Mutuo Soccorso, l’ Università Popolare, il Liceo Scientifico “V. Sereni” di Luino, la Verbano Express, l’Anfass, l’Avis, il Centro di aggregazione socio-culturale di Voldomino e l’ Ascom di Luino.
Scopo di “Natalevolissimevolmente” è offrire non solo una serata, ad ingresso libero, che possa coinvolgere nel caldo abbraccio dell’atmosfera natalizia, ma anche di pensare alla solidarietà. Avis, Anfass, Aism, Amici del Madagascar saranno all’ingresso del Teatro Sociale a ricordarci che è Natale anche per le persone meno fortunate. Davide Rota presenterà lo spettacolo con la consueta simpatia che lo contraddistingue e Franco di Leo saprà profondere tutta la sua maestria nella regia della serata.
L’atmosfera ovattata del Natale si aprirà con tutta la candida purezza dei bimbi del Centro di aggregazione socio-culturale di Voldomino che reciteranno alcune filastrocche di Gianni Rodari .
Seguirà il coro gospel delle Green Sisters, sapientemente diretto da Anna Torri, che stupiranno con tutta la loro effervescente vitalità accompagnate al pianoforte da Michele Campana.
The Fairies of Green Island, brillante gruppo di Mesenzana, eseguirà brani della tradizione celtica. L’intensità vibrante che solo Elisabeth Strambini sa mettere nelle sue poesie, ci stupirà con La luna in equilibrio e Tra cielo e terra recitate da Elisa Cugnasco, giovane attrice degli Amici del Teatro di Luino. Natale a casa nostra, scritta e recitata da Anita Mandelli come una gemma colta da uno scrigno di pietre preziose, ci commuoverà profondamente. I ragazzi del Liceo di Luino, Rosaria Gualtieri, Diego Brizio, accompagnati da Fabio Dellea al pianoforte, con tutta la freschezza della loro giovane età saranno protagonisti di alcune canzoni.

Martino Iacchetti, un nome…una garanzia…, da giovane attore di teatro leggerà con tutto il trasporto di cui solo lui sarà capace, un intenso racconto di Silvano Brambini dal titolo “Cometa”.

Giulia Besagni, alunna del Liceo di Luino, condividerà con il pubblico la sua dolce ma grintosa forza con cui sebbene giovanissima tiene già il palcoscenico e si esibirà dapprima con il gruppo dei “The Wandering”, con il quale presenterà anche un brano di loro composizione e successivamente continuerà in veste di solista con “La tua voce”, brano inedito presentato al Concorso Donida e con il quale ha vinto il premio della giuria popolare, scritto da Anna Torri e Roberto Marchetti con interventi sul testo della stessa Giulia.
Oltre a brani della tradizione natalizia e a evergreen in tono con lo spirito della festività, Giulia con Anna Torri darà vita a un duetto estemporaneo, del tutto originale, che costituirà una delle caratteristiche più apprezzate del Concerto.
Giulia Besagni e Anna Torri con Michele Campana al pianoforte interpreteranno “Scarborough Fair”
Successivamente solo la voce toccante e amabile di Anna Torri, accompagnata alla chitarra dalle abili mani di Roberto Marchetti, riuscirà a sfiorare la nostra anima con tutte le suggestive emozioni canore che solo la sua professionalità riesce a donare interpretando brani tratti dal suo repertorio, tra cui spicca la bellissima Oh Holy Night .

Daniela Crisafulli e i suoi amici presenteranno delle coreografie su canzoni americane in tema con lo spettacolo.

Infine le Green Sisters chiuderanno la serata interpretando due brani con i quali comunicheranno tutta la felicità di questa serata in cui ancora una volta la preziosità delle parole farà da cornice alla melodia della musica: un’occasione per ritrovarsi.
Per Info: Comunità Montana Valli del Luinese - Assessorato alla Cultura 0332 536520 int. 104

martedì 9 settembre 2008

Terra e Laghi - Festival del Teatro dell'Insubria

Comunicato Stampa

IL TEATRO BLU
presenta
GIULIETTA E ROMEO Da uno studio su Romeo e Giulietta di W. Shakespeare
16 settembre 2008 ore 21.00
Presso il Teatro Sociale a Luino (VA)

con Silvia Priori e Roberto C. Gerbolés
testo e regia di Silvia Priori e Roberto C. Gerbolès
Musiche di Robert Gorick
Scene di Roberto C. Gerbolès
Costumi di Primavera Ferrari

Martedì 16 settembre 2008 alle ore 21 presso il Teatro Sociale di Luino andrà in scena la pièce teatrale Giulietta e Romeo, spettacolo originale ispirato alla tragedia di W. Shakespeare interpretato da Silvia Priori e da Roberto Gerbolès. La serata è presentata nell’ambito di Terra e Laghi- Festival di Teatro nell’Insubria; si tratta di un progetto italo svizzero a carattere itinerante basato su una Rete di ben 23 Comuni e sostenuto da importanti partner italiani e svizzeri, tra cui la Regio Insubrica, la Regione Lombardia, la Provincia di Varese, la Comunità Montana Valli del Luinese e l’ Ente Turistico del Malcantone
Romeo e Giulietta rappresentano l’amore romantico e puro, che nasce per condannare gli eterni conflitti di potere e che si esprime andando oltre le convenzioni, oltre le imposizioni e gli interessi di parte. La Regia del Teatro Blu ha voluto portare il pubblico a riflettere sull’importanza della comunicazione, la cui mancanza ha fatto sì che si compisse una vera e propria tragedia tra i protagonisti della pièce. Un cast di attori talentuosi animati da una sapiente regia confeziona uno spettacolo di grande impatto emotivo e di sicura presa sul pubblico.
Le anime romantiche per eccellenza di Giulietta e di Romeo, accanto ai loro sepolcri tentano di risvegliare i ricordi e di ripercorrere a ritroso la loro breve e tumultuosa esistenza per carpirne i significati più profondi e per scoprirne le trame più nascoste. Ha inizio così un’ analisi retrospettiva in cui i due protagonisti rivivendo i momenti più importanti della loro storia, sforzandosi di trovare un senso alla loro tragedia, alle parole non dette, ai silenzi e alle paure. Un viaggio a ritroso, un volo tra ricordi e desideri inespressi, tra silenzi e urla represse, tra il rimorso e la voglia di ricominciare tutto da capo. Una messa in scena ricca di significati, situazioni e immagini in cui sono stati privilegiati il valore e la forza dei sentimenti: la passione e l’ amore innocenti, lo slancio generoso per viverli, la giovinezza, in contrapposizione con una società in crisi, ingovernabile e rissosa.
I potenti rappresentanti delle famiglie nobili di Verona si scoprono incapaci di risolvere i conflitti sociali attraverso la tolleranza, e la generosità d’animo delle persone sensibili, così come le lotte familiari non possono essere sedate con la necessaria sensibilità e disponibilità umana. Una pièce segnata da dolore, disperazione e morte, ma ricca di uno slancio vitale senza confronti. E’ dunque una città operosa e popolata da un’umanità volta al guadagno e alla ricerca del potere a fare da sfondo alla storia d’amore infelice dei due giovani appartenenti ai clan rivali dei Montecchi e dei Capuleti . L’ amore sorto improvvisamente come un fuoco è destinato a lasciare il posto soltanto alla sofferenza e alla morte. Mano a mano che la storia si sviluppa cresce il dramma della mancanza della comunicazione, che sarà responsabile oltre che degli scontri tra i potenti anche della fine sventurata dei due amanti. I Capuleti e i Montecchi non sanno che i loro figli si sono innamorati, gli amici di Romeo non sono stati informati del loro matrimonio, la famiglia di Giulietta non sa che lei non può sposare Paride perché si è già sposata con Romeo: nessuno sa niente! e infine anche i due amanti cadranno vittime della mancanza di comunicazione e Romeo, non sapendo che Giulietta sta dormendo e che non è morta , si ucciderà trascinando la storia in tragedia. Ma le anime continuano ad aleggiare sopra ogni cosa e a sopravvivere nell’ amore che è eterno.
INGRESSO LIBERO
Per informazioni e prenotazioni:
Teatro Blu
Tel e fax + 39 0332 590592 cell. + 39 349 6371758 info@teatroblu.it

Info: Comunità Montana Valli del Luinese - Assessorato alla Cultura 0332 536520 int. 104

giovedì 28 agosto 2008

Rassegna Oltre il Palcoscenico

Ricordi di viaggio – Teatro Blu
Montegrino Vatravaglia, Teatro Sociale, 30 agosto, ore 21
Due date importanti presenti nella rassegna “oltre il palcoscenico” si svolgeranno a Maccagno e a Montegrino Valtravaglia. L’Auditorium di Maccagno in data 29 agosto alle ore 21 ospiterà Filarmonica Clown mentre presso il Teatro Sociale di Montegrino Vatravaglia, in data 30 agosto alle ore 21 il Teatro Blu presenterà Ricordi di Viaggio, pièce ispirata al Piccolo Principe.
Questi due importanti appuntamenti che vengono presentati all’interno della rassegna “confini”, interamente organizzata dal Teatro Blu, si rivolgono soprattutto alle famiglie e ai più piccini per coinvolgerli in una serata di svago secondo l’intento del progetto “Oltre il palcoscenico” promosso dalla Regione Lombardia in collaborazione con la Provincia di Varese ed altre province e comuni lombardi con il coinvolgimento della Comunità Montana Valli del Luinese.
Da uno studio sul Piccolo Principe di Antoine de Saint Exupéry nasce Ricordi di Viaggio interpretata da Silvia Priori e Francesca Brusa Pasquè: questa pièce teatrale, scritta da Silvia Priori per il Teatro Blu è una favola, un racconto nel racconto, il viaggio di una ragazzina attraverso mari e oceani alla riscoperta delle proprie radici. Roberto Gerbolès che si è occupato come aiuto regia della serata, Carlo Ferrari per la musica, Primavera Ferrari per i costumi, incanteranno il pubblico coinvolgendolo in una serata rilassante ed educativa per i più piccini ma anche e soprattutto per gli adulti, per risvegliare il bimbo che vive sempre dentro di noi, proprio come ci ha insegnato Antoine de Saint Exupéry con il suo Piccolo Principe.



Rassegna Oltre il Palcoscenico

Maccagno Auditorium ore 21,00
29 agosto 2008
FILARMONICA CLOWN (Milano) presenta CHICAGO SNAKES REUNION
Fino all’Ultimo RespiroTratto dalla Classica Pièce Teatrale di Bolek Polivkacon Valerio Bongiorno - Piero Lenardon - Carlo Rossi e con la partecipazione di Bano FerrariDalla genialità di Boleslav Polivka nasceva uno spettacolo teatrale che ha lasciato un segno nelle produzioni di teatro comico degli ultimi vent’anni.La creatività del maestro di Brno ha costruito una macchina teatrale che è ormai un classico del Teatro Popolare d’Arte.L’intelligenza da grande intrattenitore, la sensibilità nel mettere in scena il “materiale umano” in un gioco teatrale capace di trattare e evocare più generi: la commedia farsesca, la clownerie moderna, il cabaret, il teatro di situazione, ha con Chicago Snakes un modello insuperato per il mix efficace tra gesto e parola teatrale.Il gioco dell’equivoco e dello smascheramento della finzione diventano l’architrave portante dello spettacolo.Il principio del piacere del gioco investe il pubblico in modo irresistibile.
(…) La Filarmonica Clown (Rossi, Lenardon, Bongiorno) è un gruppo che ha radici lontane nel teatro di gruppo milanese, risalendo alle prime apparizioni di quel grande maestro della clownerie mode rna che è Bolek Polivka (…)Ugo Volli - La Repubblica 14.6.98 (a proposito dello spettacolo BARELLA IL MAGNIFICO)Un teatro popolare, con le radici nella Commedia dell’Arte e nello stesso tempo un teatro attuale, capace di mettere in relazione la Cultura Alta e gli elementi più prosaici della tradizione dello spettacolo popolare.Così, come nel Don Chisciotte firmato dallo stesso Bolek, che dal 1989 non ha ancora smesso di meravigliare, divertire e commuovere il pubblico.Nella maturità dell’esperienza di questi anni si può tentare un percorso nuovo, un approfondimento e forse anche un modo nuovo di giocare il teatro.

giovedì 29 maggio 2008

Comunicato Stampa
“LA PUBBLICA ASSISTENZA NELLA STORIA DELLA SOCIETÀ LUINESE
– L’OSPEDALE LUINI CONFALONIERI E IL RICOVERO MONS. COMI”
Popolare Commercio e Industria – Sala Conferenze
Luino, 7 giugno 2008 ore 16.00

Presentazione importante, quella che si svolgerà in data 7 giugno 2008 presso la sala Conferenze della Banca Popolare Commercio e Industria con sede in via Piero Chiara a Luino: il prezioso volume “LA PUBBLICA ASSISTENZA NELLA STORIA DELLA SOCIETÀ LUINESE – L’OSPEDALE LUINI CONFALONIERI E IL RICOVERO MONS. COMI”scritto da Pierangelo Frigerio e da Sergio Baroli, edito Nastro & Nastro sarà introdotto in questo contesto da Giuseppe Armocida, Presidente della Società Storica Varesina.
Il volume è stato pubblicato grazie al contributo della Comunità Montana Valli del Luinese che ha fermamente creduto nell’importanza di questa iniziativa con la partecipazione della Città di Luino. Durante il dibattito di presentazione, moderato da Franco Compagnoni, Assessore alla Cultura della Comunità Montana Valli del Luinese, prenderanno la parola i due autori, Pierangelo Frigerio e Sergio Baroli, il Sindaco di Luino Gianercole Mentasti e il Presidente della Comunità Montana Valli del Luinese Ido Locatelli.
Il volume ha richiesto una preparazione particolarmente lunga e laboriosa e si presenta con una parte grafica di spessore notevole e da una parte iconografica particolarmente preziosa curata da Maurizio Miozzi.
L’opera rappresenta il frutto di anni di passionale ricerca in cultura sanitaria e sociale che hanno prodotto un testo unico e generazionale per possibilità editoriali e contenuti. Il lettore viene condotto in un percorso che ha inizio dalla donazione di Giovanni Luini Confalonieri, nobile luinese con testamento del 1803: la storia coinvolgente del nosocomio locale si snoda tra trasformazioni e innovazioni che si sono evolute anche in base alla distribuzione territoriale delle competenze nel corso dei due secoli. Pierangelo Frigerio e Sergio Baroli hanno messo in luce anche le forme di assistenza che si sono sviluppate in questo periodo: congregazioni di carità, E.C.A., servizi sociali, maternità, infanzia, -condotte ostetriche , asili nido, asili, colonie, ma anche condotte mediche e farmacie, attività sempre affiancate da opere di volontariato.
Come sottolineato nel prologo dell’Assessore Franco Compagnoni nel volume “a partire dall’inizio del XX° secolo, ci si trova di fronte allo sforzo per la costruzione di un nuovo e moderno edificio rispondente in maniera più coerente alle esigenze tecniche ed assistenziali del perpetuo sviluppo della Scienza Medica. In tale contesto, non può sfuggire la costante ed affiancata generosità della nostra popolazione, sulla scia dell’assistenza e della cura un tempo esclusiva dell’Ospedale Maggiore di Milano. Localmente i costi furono assorbiti dall’ente bancario Cassa di Risparmio; inoltre, decisivo fu il contributo di un alto prelato di famiglia luinese (Mons. Gerolamo Comi ), che rese possibile il completamento del progetto dell’architetto Paolo Mezzanotte e la costruzione separata di un ricovero per anziani, attualmente residenza sanitaria assistenziale fondazione autonoma, che nel 2007 ha celebrato il centenario della donazione anche pubblicando un testo estrapolato dalla trattazione di quest’opera.(…) Disagio e sofferenza, uniti ad una generosità spesso umile e nascosta, costituiscono continua occasione di umana solidarietà da sempre e perpetuamente insegnamento da applicare nel vissuto quotidiano e soprattutto nel contesto gestionale della Pubblica Amministrazione”.
Info: Comunità Montana Valli del Luinese - Assessorato alla Cultura 0332 536520 int. 104

domenica 4 maggio 2008










Un’ulteriore ricchezza del territorio da valorizzare:

il castagno

Un’interessante giornata sulla castanicoltura si è svolta sabato 19 aprile a Curiglia con Monteviasco, in località Mulini di Piero. Organizzata da Comunità Montana Valli del Luinese, Associazione Castanicoltori della Svizzera Italiana e Regione Malcantone, ha visto l’intervento di esperti ingegneri forestali svizzeri che hanno tenuto le lezioni coinvolgendo un cospicuo numero di partecipanti provenienti sia dall’Italia che dalla vicina Svizzera.
La giornata ha avuto inizio alle 9:30 presso la nuova aula didattica dei Mulini di Piero, inaugurata proprio in occasione dell’evento, dove gli organizzatori hanno presentato il corso, inserito nell’ambito del percorso formativo della Comunità Montana Valli del Luinese avviato a gennaio con il progetto sulla frutticoltura.

Il programma ha previsto seminari sull’innesto, con sperimentazione in campo dell’innesto “a corona”, la messa in dimora delle piante e la potatura di un vecchio castagno. E’ stato dato ampio spazio anche al tema della sicurezza, con importanti note sull’utilizzo degli attrezzi e sull’abbigliamento idoneo da utilizzare durante le operazioni di taglio.
La seconda parte della giornata è stata dedicata alla visita dei Mulini di Piero, impianti recentemente restaurati e inseriti nel progetto di creazione di un museo etnografico da parte della Comunità Montana Valli del Luinese. Un gradito rinfresco a base di prodotti agricoli tipici è stato organizzato sulla piana, chiudendo la giornata nel segno della tradizione locale.

venerdì 15 febbraio 2008

Invito per l'anteprima cinematografica in data 18/02/2008
cliccare sull'immagine per ingrandire
Ingresso Libero


mercoledì 6 febbraio 2008

Appuntamento a ora insolita


Comunicato Stampa
Appuntamento a ora insolita…sul Lago Maggiore!
anteprima assoluta lunedì 18 febbraio 2008
Luino, Teatro Sociale ore 21.00

Un evento dedicato alla poesia per tutti coloro che desiderano conoscere più da vicino Vittorio Sereni nel venticinquesimo dalla morte. Un viaggio alla scoperta di un’essenza letteraria resa ancora più intrigante dall’atmosfera lacustre in cui il poeta ha vissuto.
La proposta culturale della Comunità Montana Valli del Luinese, del Comune di Luino e del settimanale locale L’eco del varesotto prevede un Galà al Cinema per la serata del 18 febbraio, dedicata alla proiezione del film “Appuntamento a ora insolita” in anteprima assoluta.
Vittorio Sereni quale fonte d’ispirazione sempre più attuale: il suo “Appuntamento a ora insolita” ha dato il titolo a un film che sarà proiettato in anteprima lunedì 18 febbraio 2008 alle ore 21.00 al Teatro Sociale di Luino (Varese). La pellicola nasce anche grazie a Torino Film Commission; infatti, a Torino, si diede inizio alle riprese con un cast interessante: Antonio Catania, Maddalena Crippa, Karin Giegerich, Simona Nasi, Giulio Scarpati, Ricky Tognazzi, con la partecipazione di Beppe Fiorello, diretto da Stefano Coletta per la Asp di Donatella Palermo.
Sulla scia dei cult movie come "Il grande freddo" di Lawrence Kasdan, “Appuntamento a ora insolita” racconta - attraverso le vicende che precedono l'incontro a cena di tre amici e delle loro compagne - speranze non soddisfatte di una generazione che ha ormai perso i suoi ideali. Come la poesia che dona il titolo e che fa parte della raccolta Gli strumenti umani, pubblicata nel 1965, così il film propone il tema della disillusione. La storia di un gruppo di amici, i loro sentimenti, desideri, ideali, successi e tradimenti messi a nudo durante una cena. Una storia corale che avvince lo spettatore con piccoli spostamenti progressivi di dialoghi efficaci e coinvolgenti. «(…) Un gruppo di amici che, buttato alle ortiche l'antico coraggio di sognare e progettare utopie, si ritrovano adagiati nell' acquiescenza al potere, o pronti a darsi gomitate nella corsa al denaro e al successo. Ogni tanto i ricordi di quell'età dell'innocenza riaffiorano, dentro queste mura abbandonate. Un film sulle trappole della vita, sul tempo perduto e mai più ritrovato, su ciò che poteva essere e non è stato, sulla visione del mondo sbiadita in una miopia egoista, incapace di andare oltre l'attimo fuggente. » (Stefano Coletta)
Se per il poeta si trattava della Crisi dei quarant’anni, per il regista è la crisi dei cinquanta a richiamare la sua e quindi la nostra attenzione. Stefano Coletta presenzierà al Galà durante la serata al Teatro Sociale di Luino, a ingresso libero.
Tra gli organizzatori, la Banca del Tempo di Luino, la S.O.M.S., l’azienda I.M.F. di Luino e il Lions Club di Luino.
Durante la serata Davide Rota leggerà sei poesie di Vittorio Sereni, innanzitutto la poesia che ha dato il titolo alla serata, inoltre Inverno, Canzone Lombarda, Viaggio di Andata e Ritorno, Metropoli, Ogni volta che quasi. Due poesie sono della raccolta Frontiera, tre da Gli Strumenti Umani (da cui è tratta anche Appuntamento a ora insolita) una da Stella Variabile.

Info Comunità Montana Valli del Luinese – Servizio Cultura - 0332. 536520 int.104
Dorè 338.7007785

escavazione del fiume Tresa


Comunicato stampa

La Comunità Montana Valli del Luinese e gli Enti istituzionalmente preposti, Comune di Luino, Comune di Germignaga e Regione Lombardia – Servizio Territoriale di Varese, hanno definito le modalità operative per l’effettuazione delle programmate opere di escavazione della foce del fiume Tresa.
Tali importanti opere consentiranno di alleggerire la sezione idraulica e di potenziare le difese spondali del fiume Tresa, ormai antiquate e malsicure in particolar modo nel tratto terminale del torrente, nei Comuni di Luino e di Germignaga.

Entro breve tempo verranno quindi avviate le procedure di appalto mediante pubblicazione di bando di asta pubblica.


IL PRESIDENTE(Ido LOCATELLI)

lunedì 28 gennaio 2008

Corso per addetti alla manipolazione di alimenti e bevande

Comunicato Stampa
L.R. 12/2003 - Corso per addetti alla manipolazione di alimenti e bevande


La Comunità Montana Valli del Luinese propone un Corso per addetti alla manipolazione di alimenti e bevande che si terrà in data 5 febbraio 2008 dalle ore 14.30 alle ore 18.30 presso Palazzo Verbania a Luino.

Il relatore sarà il Dottor Adriano Boz, medico veterinario, che analizzerà i principali concetti in materia di igiene dei prodotti alimentari e delle normative vigenti, approfondendo in specifico i pericoli in campo alimentare e la valutazione del rischio.

Le lezioni comprendono una fase di formazione teorica e una di accertamento. Al termine della trattazione teorica degli argomenti, i partecipanti saranno sottoposti a un test scritto a risposte multiple. A tutti gli operatori che avranno superato tale accertamento sarà rilasciata un’attestazione relativa alla formazione sostenuta.

Il corso è aperto agli operatori delle Pro Loco e delle aziende agricole situate nel territorio della Comunità Montana Valli del Luinese Per tutti coloro che sono interessati la chiusura delle iscrizioni avverrà in data 31 gennaio 2008 alle ore 18.00. (Servizio Pianificazione e Sviluppo)

E’ richiesto un contributo per le spese organizzative pari a € 20,00 per ogni partecipante che dovrà essere versato solo successivamente alla consegna del modulo di iscrizione, e comunque entro il giorno 05/02/2008, su c/c postale nr. 10669216 intestato alla Comunità Montana Valli del Luinese – Servizio Tesoreria – Causale: “Corso ex libretto sanitario febbraio 2008”. Copia della ricevuta del versamento dovrà essere consegnata il giorno 05/02/2008 all’ingresso di Palazzo Verbania prima dell'inizio del corso, a partire dalle ore 14:00. In mancanza della ricevuta di versamento non sarà possibile prendere parte al corso.

Data la possibilità di ricevere un numero consistente di adesioni, la segreteria assegnerà a ciascun iscritto un numero progressivo che farà fede in caso di necessità di una seconda sessione del corso che, in tale eventualità, si svolgerà il giorno 19/02/2008 nella medesima sede e orario. In tal caso, sarà data opportuna comunicazione a coloro che per motivi organizzativi saranno assegnati alla seconda sessione.

giovedì 24 gennaio 2008

foto corso frutticoltura































martedì 22 gennaio 2008

comunicato stampa

Comunità Montana Valli del Luinese
Raccolta rifiuti: orgoglio montano e modello di efficacia nel rapporto di collaborazione tra Comunità Montana, Comuni e cittadini.

La gestione associata del servizio di raccolta rifiuti sul territorio della Comunità Montana Valli del Luinese è stata introdotta nel 1995 ed ha garantito sinora il raggiungimento di importanti risultati sia dal punto di vista economico, sia dal punto di vista della razionalizzazione e qualità del servizio. Attualmente il servizio associato è svolto a favore di tutti e 16 i Comuni della Comunità Montana Valli del Luinese e grazie ad una serie di interventi strutturali congiunti con i Comuni aderenti e, da ultimo, l’introduzione di ulteriori tipologie di raccolta differenziata, ha permesso di raggiungere una quota percentuale che si reputa possa essere di tutto rispetto circa la raccolta differenziata.
Facendo riferimento, infatti, all’ultimo triennio di gestione, si possono evidenziare alcuni dati: nel corso dell’anno 2005, seppur non fosse stata ancora attiva la differenziazione secco-umido, la percentuale di raccolta differenziata sul territorio della Comunità Montana si attestava intorno al 35%. Nel corso dell’anno 2006 sono state introdotte due importanti novità: è stato approvato un nuovo capitolato di appalto elaborato sulla base delle passate esperienze e condiviso con tutti i Comuni, ed è stata attivata la raccolta della frazione umida. Il risultato è stato quello di raggiungere una percentuale di raccolta differenziata prossima al 50%, con un consistente e meritorio balzo in avanti. Nel corso del 2007, grazie all’entrata a regime di tutti i servizi previsti dal capitolato di appalto, grazie ad una serie di interventi effettuati in sinergia con i Comuni e la fattiva collaborazione di Econord, ditta appaltatrice, si è potuto garantire un servizio qualitativamente adeguato anche nelle zone prettamente montane del territorio ed è stato possibile migliorare ulteriormente la percentuale di differenziata che, in base a primi calcoli effettuati, dovrebbe attestarsi intorno al 55%.
Nel frattempo è stata posta particolare attenzione anche al lato economico della questione e la programmazione dei servizi è stata sempre affrontata tenendo sotto controllo la tassa rifiuti pagata dai cittadini che, allo stato attuale, risulta essere inferiore alla media provinciale per quanto riguarda le utenze domestiche.
Nel corso dell’anno 2008 sono previste ulteriori iniziative volte a razionalizzare e migliorare la gestione associata dei servizi di raccolta rifiuti mediante la riorganizzazione dei centri di raccolta situati sul territorio e, dal prossimo mese di aprile, mediante l’introduzione di tesserini magnetici di riconoscimento per l’accesso a tali centri. Verranno inoltre effettuate operazioni di vagliatura della frazione secca e di recupero degli ingombranti presso impianti adeguati, al fine di guadagnare ulteriori posizioni nella classifica dei territori “ricicloni”, riducendo la quantità di rifiuti destinati alla discarica e contenendo i costi economici-ambientali a carico della collettività.
Quanto sopra per precisare che è evidente che le problematiche relative alla raccolta rifiuti su un’area montana e turistica, quale quella dell’Alto Varesotto, sono consistenti ed estremamente diverse rispetto a quelle che possono riguardare Comuni maggiormente urbanizzati del sud della Provincia, ma ciò non toglie che grazie all’impegno delle Amministrazioni locali e, soprattutto, grazie alla disponibilità ed all’indispensabile impegno dei cittadini, affezionati e legati al proprio territorio, si possono raggiungere importanti risultati per la salvaguardia e la tutela dell’ambiente, non lontani da quelli ottenuti dai grandi centri urbani.
Secondo l’antico detto che l’”unione fa la forza”, la lungimiranza e la capacità degli amministratori locali delle Valli del Luinese è stata quella di individuare già da diverso tempo la Comunità Montana quale Ente deputato per la gestione della raccolta rifiuti, oltre che per il coordinamento di altri importanti servizi per lo sviluppo del territorio, ottenendo effetti estremamente positivi di efficacia e di economicità delle diverse attività intraprese e garantendo in tal modo il medesimo aspetto qualitativo dei servizi prestati nei centri urbani anche nelle località montane di poche centinaia di abitanti dove, in altre condizioni, sarebbe stato particolarmente difficoltoso ed antieconomico effettuare la dovuta, e pur semplice, raccolta del cosiddetto “sacco nero”.


L’Assessorato all’Ecologia
della Comunità Montana
Valli del Luinese

venerdì 4 gennaio 2008

frutticoltura

Comunicato Stampa
Corso di frutticoltura pratica 2008
Avvio 18 gennaio 2008


Un Progetto che ha riscosso un notevole successo (circa 50 iscritti), quello dedicato alla Frutticoltura, lanciato durante Mipam 2007 dall’Assessorato all’Agricoltura di Ido Locatelli e che partirà in data 18 gennaio 2008: con il coordinamento dell’Assessore Giovanni Corbellini la Comunità Montana Valli del Luinese si fa così promotore di un corso di frutticoltura pratica che avrà luogo presso l’Aula Magna del C.F.P. di Luino dal 18 gennaio al 14 marzo 2008.
Le lezioni teoriche si svolgeranno la sera dalle 20.30 alle 22.30 e tratteranno diversi temi quali “potatura di allevamento e produzione”, “conoscenza del terreno, impianto del frutteto, sistemi di conduzione”, “malattie delle piante da frutto”.
Le lezioni pratiche si terranno durante i fine settimana (indicativamente nelle giornate di sabato) e verteranno su argomenti quali “potatura in campo” , “l’impianto del frutteto”, “il diradamento dei frutticini”, “la potatura verde”, “la raccolta delle pomacee”.
Oltre al ciclo di lezioni, Il Consiglio Direttivo della Comunità Montana ha avviato un progetto per la realizzazione di un impianto di "Frutteto Sperimentale Didattico" sito in Germignaga da utilizzare quale aula all' aperto, a supporto di tutte le attivita', gia' definite o ancora da delineare. La scelta e' caduta su un' area ubicata in Comune di Germignaga, posta tra la Scuola media e la via Ai Ronchi, a monte della struttura in uso alla Protezione Civile. Nell'area (circa 1500 mq.) che sara' servita con accesso proprio e' previsto il graduale impianto di circa 150 piante di specie diverse, con una quindicina di forme di allevamento. Le tecniche di impianto saranno improntate a criteri didattici e non produttivi, con strutture antigrandine ed adeguati impianti di irrigazione.Prevista anche una porzione dedicata all' impianto di selvatici e di portainnesti finalizzati sia a lezioni sulle tecniche di innesto che al graduale recupero di significative varieta' locali. Verranno infine poste a dimora diverse varieta' di melo, pero, pesco, susino, ciliegio, vite, ulivo oltre a frutti "minori", quali caco, azzeruolo, corniolo, giuggiolo, cotogno, nespolo, fico, mora, mirtillo e lampone

mercoledì 12 dicembre 2007

Comunicato Stampa
“NATALEVOLISSIMEVOLMENTE - AUGURI TRA PAROLE E MUSICA”
FESTA DI NATALE
19 Dicembre 2007 ore 20,45
Luino, Teatro Sociale


Mercoledì 19 Dicembre alle ore 20,45 presso il Teatro Sociale di Luino si terrà lo spettacolo “Natalevolissimevolmente - auguri tra parole e musica” organizzato con il patrocinio degli Assessorati alla Cultura della Comunità Montana Valli del Luinese e della Città di Luino, dell’ASCOM e del settimanale locale Eco del Varesotto.

In attesa del Natale, infatti, alcune associazioni luinesi, (Amici del Liceo,Amici del Teatro, Banca del Tempo, Pro Loco di Luino, S.O.M.S., Università Popolare e Verbano Express) hanno lavorato alacremente per offrire al pubblico (l’ingresso è libero) uno spettacolo condotto dal bravo e poliedrico artista luinese Davide Rota in cui la preziosità delle parole farà da cornice alla melodia della musica: un’occasione per ritrovarsi e per scambiarsi gli auguri di un caldo Natale sereno.

La parte musicale della serata sarà “orchestrata” da Anna Torri, ormai nota voce locale, che con il suo Acoustic Trio (Roberto Marchetti alla chitarra e Tommaso Muratore al basso) ed il coro gospel delle “Green Sisters” proporrà un repertorio musicale che spazierà da standard classici del blues a brani tecnicamente più complicati del repertorio internazionale jazz, per arrivare al calore tipico del rythm and blues e del country-blues.
Il programma proposto infatti è coinvolgente: ai brani gospel tradizionali come Amen e Happy Day, si uniranno ed animeranno il concerto anche canzoni che hanno fatto la storia della musica come le dolci note di Georgia on my mind di Ray Charles, il ritmo incalzante di Think di Aretha Franklin e la magica atmosfera di Every breath you take e Every little thing she does is magic di Sting dove si fonderanno e si completeranno le voci di Anna e della giovane figlia Giulia.

Allieteranno “Natalissimevolmente” le due belle letture “Fingitore” di Silvano Brambini e “Lattemiele” di Anita Mandelli accompagnata all’arpa da Elena Guarneri. Lo spettacolo si rivela un augurio natalizio unico, un vero e proprio biglietto ricco di riflessioni e spunti di meditazione ispirati da poesie composte da Anita Mandelli, da Elisabeth Strambini e da Elio Cosi, da Mauro Cappellari recitate dai Ragazzi del Liceo accompagnati da Roberto Sala e Luca Violini alle chitarre. Una serata magica, dall’intensità vibrante che oltre all’esibizione di Clarissa Guarneri accompagnata da Elena Guarneri che interpreta “Angel”, prevede anche l’ anteprima del trailer del nuovo musical del Gruppo “Compagnia di Luino”.

Per concludere le Green Sisters abbracceranno virtualmente il pubblico con tutto il loro calore con Aggiungi un posto a tavola (Trovajoli – Fiastri – Garinei e Giovannini), Oh happy day (gospel tradizionale).

Info: Comunità Montana Valli del Luinese Tel. 0332.536520 int.104

mercoledì 5 dicembre 2007

“NATALEVOLISSIMEVOLMENTE - AUGURI TRA PAROLE E MUSICA”

FESTA DI NATALE
19 Dicembre 2007 ore 20,45
Luino, Teatro Sociale


Mercoledì 19 Dicembre alle ore 20,45 presso il Teatro Sociale di Luino si terrà lo spettacolo “Natalevolissimevolmente - auguri tra parole e musica” organizzato con il patrocinio degli Assessorati alla Cultura della Comunità Montana Valli del Luinese e della Città di Luino, dell’ASCOM e del settimanale locale Eco del Varesotto.

Alcune associazioni luinesi, (Amici del Liceo,Amici del Teatro, Banca del Tempo, Pro Loco di Luino, S.O.M.S., Università Popolare e Verbano Express) offriranno al pubblico (l’ingresso è libero) uno spettacolo condotto dal luinese Davide Rota in cui la preziosità delle parole farà da cornice alla melodia della musica: un’occasione per ritrovarsi e per scambiarsi gli auguri di un caldo Natale sereno.

martedì 4 dicembre 2007

Energie Rinnovabili

Una nuova era per le energie rinnovabili: parecchi progetti saranno sviluppati dalla Comunità Montana Valli del Luinese con la Banca Popolare di Bergamo. In data 16 luglio 2007, infatti, è stato siglato tra il presidente della Comunità Montana Valli del Luinese Ido Locatelli e Luigi Airoldi, direttore della sede di Luino) insieme al dottor Roberto Masola (Area Manager) della Banca Popolare di Bergamo un protocollo d'intesa per facilitare l'accesso alle energie rinnovabili da parte dei cittadini della comunità montana. In linea con il processo di Agenda 21 Locale, La Comunità Montana Valli del Luinese intende, in questo modo, promuovere le energie rinnovabili avviando un progetto condiviso con la Banca Popolare di Bergamo finalizzato a formulare un’articolata proposta di azione per conseguire una migliore efficienza energetica sul territorio attraverso una proposta di strumenti di finanziamento, agevolati nelle condizioni economiche.

Con questo documento, la Banca Popolare di Bergamo intende proporre finanziamenti agevolati per promuovere fonti energetiche rinnovabili con un “progetto solare termico” (pannelli solari), un “progetto geotermico” ( impianti per riscaldamento domestico e acqua calda), un “progetto conto energia” (impianti fotovoltaici). Il protocollo prevede anche un “progetto caldaie” per il miglioramento dell’efficienza energetica degli impianti e un “progetto cappotto” per la ristrutturazione degli edifici (adozione di sistemi di isolamento delle facciate e sostituzione infissi). In merito all’impatto ambientale, è previsto un “progetto gas” che prevede la conversione a GPL o metano dell’impianto di carburazione di automobili, furgoni e camion a benzina. Altri interventi prevedono un “progetto salvalacqua” (raccolta di acqua piovana) ed un “progetto amianto” (interventi di bonifica e smaltimento dell’amianto.

giovedì 22 novembre 2007

Agenda 21 Locale


In data 16 novembre 2007 alle ore 16.00 presso la sede della Comunità Montana Valli del Luinese è avvenuta la consegna dei risultati della prima fase di raccolta dati di Agenda 21 Local “Processi di Agenda 21 locale: paesaggio, turismo e biodiversità nel contesto dei percorsi ecoturistici del territorio della Comunità Montana Valli del Luinese”. Il Presidente di Agenda 21 Local Ido Locatelli e il Coordinatore di Agenda 21 Local Sibiana Oneto hanno provveduto ad illustrare il materiale.
Tale riunione è stata indetta con lo scopo di consegnare le bozze relative alla documentazione (dati e cartografia) elaborata durante la FASE 1 del progetto Analisi/diagnosi del patrimonio paesaggistico: beni materiali e beni immateriali, frutto del lavoro di tutti i Comuni e dei partner aderenti al progetto (CAI; Comitato Agricolo e Associazione per la Produzione della Formaggella del Luinese e del Formaggio Misto Capra Vacca ). La riunione ha coinvolto i tre Sindaci Capofila della Partnership Istituzionale Locale ( PIL ): Capofila della Partnership Istituzionale Locale ( PIL ) nr.1 Sindaco di Tronzano L.M. Antonio Palmieri Capofila dellla Partnership Istituzionale Locale ( PIL ) nr.2 Sindaco di Brissago Valtravaglia, Giusy Giordano, Capofila della Partnership Istituzionale Locale ( PIL ) nr.3 Sindaco di Brezzo di Bedero, Daniele Boldrini.
Il materiale consegnato ai Sindaci capofila: un documento di sintesi dei dati e delle informazioni e una bozza cartografica relativa ad ogni comune. Tale documento che ha accompagnato le bozze cartografiche mira a far completare con ulteriori precisazioni, la raccolta di tutti i dati di base sull'ambiente fisico, sociale ed economico, un vero e proprio "audit" che servirà a costruire, attraverso indicatori ambientali, il rapporto sullo stato dell'ambiente su cui si svilupperà la discussione per la redazione del Piano d'Azione dell'Agenda 21 locale.
Il documento di sintesi dei dati e delle informazioni contiene una serie di tabelle suddivise per temi corrispondenti alle legende sulla cartografia.Nelle Tabelle PERCORSI, ELEMENTI STORICI E ANTROPICI, e ELEMENTI DI PREGIO E DEGRADO i dati sono raccolti e suddivisi a livello comunale. I comuni potranno leggere, commentare, modificare e integrare le informazioni cercandole all’interno del proprio ambito territoriale. Tutte le informazioni saranno da verificare e da completare.
I PERCORSI comprendono i parcheggi di servizio, le fermate dei bus, i punti di attraversamento dei centri urbani, i punti di rischio per passaggio cavalli, i punti di disturbo alla popolazione residente e alle attività zootecniche da parte dei fruitori dei sentieri.
Gli ELEMENTI STORICI E ANTROPICI comprende i fienili celtici, le cappelle votive e le chiesette, le croci, le baite, i muretti a secco, i ponticelli, le mulattiere, le fontanelle e gli abbeveratoi, le aree pic-nic, i terrazzamenti, gli edifici isolati connessi all’attività agricola, altri edifici monumentali, i lavatoi, le meridiane, gli affreschi, le incisioni rupestri, le pietre miliari, i pozzi, i parchi.
Gli ELEMENTI DI PREGIO E DEGRADO comprende gli alberi monumentali, le formazioni rocciose e i massi erratici, gli scorci panoramici, le grotte, le cascate, gli stagni e le zone umide, le aree boscate, le praterie ed incolti, le cave e le miniere, i tralicci, le frane e gli smottamenti, l’abbandono rifiuti e le cariche boschive, i fenomeni di instabilità e di assestamento, l’abbandono di inerti da costruzione, il degrado urbano.
Inoltre sono state evidenziate le aree di elementi storici ed antropici comprendenti l’Area del Margorabbia e le Aree Pascoli PIF.

I tre sindaci capofila consegneranno poi tale documentazione ai singoli Comuni dal Capofila della Partnership Istituzionale Locale ( PIL ) di riferimento e, dopo essere stata valutata, integrata ed eventualmente modificata, dovrà essere consegnata alla Comunità Montana . Entro il mese di dicembre 2007 la Partnership Istituzionale Comunità Montana Valli del Luinese provvederà a convocare un incontro di tutti i Sindaci per la consegna della Relazione sulla Stato dell’Ambiente a conlcusione della FASE 1 del progetto.

Info: Comunità Montana Valli del Luinese Tel. 0332.536520 int.113




martedì 20 novembre 2007

comunicato stampa post evento

Comunicato Stampa
Incontro per osservazione cometa periodica 17P/Holmes.
Domenica 18 novembre 2007 ore 20.30
Campo Sportivo di Via Lido a Luino


Una buona affluenza di pubblico ha decretato il successo dell’iniziativa svoltasi ieri sera, domenica 18 novembre 2007 alle ore 20.30 presso il campo sportivo di Luino in VIA LIDO . La Comunità Montana Valli del Luinese in collaborazione con l’Associazione Culturale Astronomica e Scientifica M42 di Induno Olona ha proposto un incontro dal fascino accattivante specialmente per i più piccini che, nonostante la temperatura rigida, hanno partecipato con entusiasmo.
Oltre all’osservazione della cometa periodica 17P/Holmes, la serata è stata interessante anche perché ha permesso di conoscere più da vicino le maggiori costellazioni, la Luna e il pianeta Marte .
La calorosa partecipazione del pubblico ha spinto gli organizzatori a proporre un prossimo appuntamento previsto per la primavera prossima (aprile – maggio) quando il clima sarà più mite e si potrà meglio osservare il firmamento.
La presenza di parecchie persone di tutte le età ha confermato lo spiccato interesse che desta da sempre l’osservazione del cielo: per la Comunità Montana tale iniziativa rappresenta ancora una esperienza positiva verso l’impegno assunto di realizzare un osservatorio astronomico a Monteviasco.

Maggiori informazioni sulla cometa.
Detta anche la “Cometa di Halloween” perché molto visibile in quelle giornate vicine al 31 ottobre, la cometa periodica 17/P Holmes resta la più luminosa cometa dopo la famosa Hale-Bopp del 1997. La cometa 17/P Holmes e' stata stimata di magnitudine totale 2 (oltre tredici magnitudini piu' brillante del previsto). Era una cometa visibile solo a grossi telescopi e la sua magnitudine era di 17,5 ora è visibilissima ad occhio nudo ed è molto bella se osservata con un semplice binocolo anche se si sta allontanando da noi (Dista da noi 300.000.000 di km due volte la distanza Sole - Terra).
Bisogna orientarsi verso la costellazione di Perseo (nord nordest alle 20.30di sera) e vicino alla stella Mirphak si vede un oggetto luminoso simile ad una stella ma molto nebulare puntando un piccolo binocolo è possibile notare il suo grosso nucleo.
La sua scoperta si deve a Edwin Holmes, il 6 Novembre 1892, avvenuta mentre l'osservatore stava puntando la Galassia di Andromeda (M31) tramite un riflettore da 32cm di diametro, si imbatte' in una cometa sconosciuta, poi battezzata 17P/Holmes.


Info: Comunità Montana valli del Luinese tel. 0332.536520 int.113

mercoledì 14 novembre 2007


Comunicato Stampa
Incontro per osservazione cometa periodica 17P/Holmes.
Domenica 18 novembre 2007 ore 20.30
Campo Sportivo di Via Lido a Luino


Domenica 18 novembre 2007 alle ore 20.30 presso il campo sportivo di Luino in VIA LIDO la Comunità Montana in collaborazione con l’associazione Culturale Astronomica e Scientifica M42 di Induno Olona propone a tutti gli interessati un incontro per l’osservazione della cometa periodica 17P/Holmes .
Dallo scorso 31 ottobre, infatti, è visibile la cometa periodica 17P/Holmes. Il fenomeno è stato segnalato per primo dall’astrofilo spagnolo Antonio Henriquez Santana tra la notte del 23 e 25 ottobre 2007. Per osservarla è necessario orientarsi verso la costellazione di Perseo (nord est alle 20.30 di sera). Al momento è impossibile stabilire quanto durerà il fenomeno ma è sicuramente limitato nel tempo.
Possiamo definirla scherzosamente la Cometa di Halloween perchè la sera del 31 ottobre 2007 sono state riprese delle bellissime immagini. Anche per i più piccini sarà importante scoprire la più luminosa cometa dopo la famosa Hale-Bopp del 1997. La cometa e' stata stimata di magnitudine totale 2 (oltre tredici magnitudini piu' brillante del previsto). Era una cometa visibile solo a grossi telescopi e la sua magnitudine era di 17,5 ora è visibilissima ad occhio nudo ed è molto bella se osservata con un semplice binocolo anche se si sta allontanando da noi (Dista da noi 300.000.000 di km due volte la distanza Sole - Terra).
Bisogna orientarsi verso la costellazione di Perseo (nord nordest alle 20.30di sera) e vicino alla stella Mirphak si vede un oggetto luminoso simile ad una stella ma molto nebulare puntando un piccolo binocolo è possibile notare il suo grosso nucleo.

La sua scoperta si deve a Edwin Holmes, il 6 Novembre 1892, avvenuta mentre l'osservatore stava puntando la Galassia di Andromeda (M31) tramite un riflettore da 32cm di diametro, si imbatte' in una cometa sconosciuta, poi battezzata 17P/Holmes.


Info: Comunità Montana valli del Luinese tel. 0332.536520 int.113

immagine della cometa 17P Holmes
ripresa il 09/11/07
dall'osservatorio Robarello
strumento: telescopio rifrattore apo Pentax 76
camera di ripresa: ccd starlight sxv-h9
esposizione: 240"

Convocazione Assemblea


CONVOCAZIONE ASSEMBLEA COMUNITA' MONTANA IN SEDUTA PUBBLICA - SESSIONE STRAORDINARIA PER MARTEDI’ 27 NOVEMBRE 2007 ALLE ORE 21.00.


SI RENDE NOTO


che l'Assemblea è convocata in seduta pubblica - sessione straordinaria - per martedì 27 novembre 2007 alle ore 21.00, presso la Sala Consiliare del Comune di Luino, per trattare il seguente:


ORDINE DEL GIORNO


1. Lettura ed approvazione verbali precedente seduta del 11 ottobre 2007.

2. Variazione di assestamento generale al Bilancio di Previsione 2007.

3. Comunicazione deliberazione C.D. nr. 171 del 1/10/2007 “Prelevamento di somme dal fondo di riserva per integrazioni capitoli spesa corrente Servizio Affari Generali e Servizio Finanziario”.

4. Nomina Difensore Civico della Comunità Montana Valli del Luinese.

5. Alienazione terreno sito in loc. Lago D’Elio.

6. Costituzione Commissioni Assembleari: Politiche Sociali, Bilancio e Ecologia/Attività produttive.

giovedì 8 novembre 2007

PROGETTO FRUTTICOLTURA

"PROGETTO FRUTTICOLTURA"
COMUNITA' MONTANA VALLI DEL LUINESE


Ha preso avvio, ormai da qualche settimana, l' ambizioso progetto voluto dalla Comunita' Montana Valli del Luinese, finalizzato al potenziamento sul territorio della frutticoltura nato anche con lo scopo di recuperare le molte varieta' di frutta locale che un tempo caratterizzavano i nostri luoghi.

Gennaio 2008 si rivela una data fondamentale per un’iniziativa così articolata. Innanzitutto si prevede l’inizio di un corso di frutticoltura le cui adesioni raccolte nel corso della Mipam 2007 e della sagra "Arti e mestieri" di Germignaga, hanno superato ogni piu' rosea aspettativa ed i sessanta posti previsti sono stati ben presto esauriti (pervenute oltre cento adesioni, nella valutazione delle quali e' stata data precedenza agli operatori del settore ed ai residenti in comuni delle Valli del Luinese). Per soddisfare cosi' ampie e crescenti esigenze la Comunità Montana Valli del Luinese ripeterà annualmente il corso, destinato sia ad operatori del settore che a dilettanti, spalmato sull' intero ciclo colturale delle piante (da gennaio a settembre). Tale iniziativa trattera', sia in aula che sul campo, tutte le operazioni previste col succedersi delle stagioni (impianto, potatura secca, trattamenti, potatura verde, diradamenti, raccolta, conservazione etc).

Sempre con il nuovo anno, tale progetto ha avviato un impianto di "Frutteto Sperimentale Didattico" da utilizzare quale aula all' aperto, a supporto di tutte le attivita', gia' definite o ancora da delineare. Verranno poste a dimora diverse varieta' di melo, pero, pesco, susino, ciliegio, vite, ulivo oltre a frutti "minori", quali caco, azzeruolo, corniolo, giuggiolo, cotogno, nespolo, fico, mora, mirtillo e lampone.

Per l’iniziativa di cui sopra, e' stato necessario individuare un' area di proprieta' pubblica che risultasse un buon compromesso tra le diverse esigenze previste per l' impianto di un frutteto, quali accessibilita', ubicazione, orientamento, conformazione, caratteristiche del terreno tali da garantire soddisfacenti risultati colturali, sorvegliabilita', presenza di recinzione etc. etc.
La scelta e' caduta su un' area ubicata in Comune di Germignaga, posta tra la Scuola media e la via Ai Ronchi, a monte della struttura in uso alla Protezione Civile. Nell' area (circa 1500 mq.) che sara' servita con accesso proprio e' previsto il graduale impianto di circa 150 piante di specie diverse, con una quindicina di forme di allevamento. Le tecniche di impianto saranno improntate a criteri didattici e non produttivi, con strutture antigrandine ed adeguati impianti di irrigazione.
Prevista anche una porzione dedicata all' impianto di selvatici e di portainnesti finalizzati sia a lezioni sulle tecniche di innesto che al graduale recupero di significative varieta' locali, che la Comunita' Montana invita sin d' ora segnalare (chiedere della Dr.ssa Sibiana Oneto).
Negli sviluppi futuri e' intenzione riservare spazio anche alle scuole dell' obbligo, nell' ambito dei progetti che ormai da tempo coinvolgono, ogni anno, diverse centinaia di ragazzi, con l' installazione di qualche apiario e l' impianto di siepi finalizzate alla riproduzione ed alla alimentazione di diverse specie animali (uccelli, insetti, piccoli mammiferi etc.).

La proiezione futura del “Progetto Frutticoltura” prevede da gennaio 2009 l’introduzione di corsi piu' specialistici e mirati, destinati ad interlocutori gia' formati e ad specialisti del settore, su temi mirati (quali innesti, innovative tecniche culturali, bio-colture, etc.) e da gennaio 2010, qualora se ne convenga la necessita' con altri Enti competenti in materia di formazione scolastica, avvio di corsi professionali per la creazione di nuove professionalita' giovanili. La formazione dovra' comprendere non solo la parte colturale ma fornire conoscenza anche nel campo della trasformazione/conservazione dei prodotti (es. sciroppatura, essicazione ed ogni altra forma di conservazione in grado di fornire opportunita' professionali - recenti esperienza in corso nella vicina Svizzera riguardanti la castagna, forniscono confortanti segnali circa le opportunita' che possono derivare da tali pratiche).

La motivazione che ha spinto la Comunità Montana Valli del Luinese a intraprendere quest’ iniziativa ha radici storiche: fino a qualche decennio fa (indicativamente la meta' degli anni '50), infatti, il territorio registrava una diffusa presenza di alberi da frutto e di vigneti, in grado di garantire produzioni non trascurabili sia dal punto di vista qualitativo (rapportato ovviamente ai gusti ed alle esigenze dell' epoca) che quantitativo, destinate sia ad autoconsumo che a vendita per integrazione reddituale. Il processo di abbandono delle campagne, l' avanzante industrializzazione/terziarizzazione e, soprattutto, hanno posto fine ad una tradizione agricola che pare opportuno rilanciare, essenzialmente al fine di:
a) Creare una piu' diffusa coscienza della improrogabile necessita' di assoluta tutela e salvaguardia delle residue aree agricole;
b) promuovere, a diversi livelli (amatoriale e professionale) l' adozione di razionali e sostenibili pratiche di frutticoltura e viticoltura;
c) creare le premesse, ma soprattutto gli stimoli e le conoscenze a sostegno di iniziative imprenditoriali sia nuove (auspicabilmente da parte dei giovani) che gia' esistenti (in particolari gli agriturismi, vista anche la necessita' di disporre di sempre maggiori quantitativi di prodotti locali, come disposto dalla recente normativa regionale).
d) individuare, tutelare e propagare varieta' di frutti locali di particolare interesse.

Il Progetto, nella sua interezza, potra' svilupparsi solo grazie alla collaborazione di operatori gia' attivi nelle nostre zone (a diversi livelli, sia amatoriale che semi-professionale) che sotto la direzione di un professionista di comprovata capacita' ed esperienza (il dr. Fabrizio Ballerio di Varese), saranno il vero motore dell' iniziativa; a regime e' prevista la costituzione di una libera Associazione per la promozione e lo sviluppo della frutticoltura nelle Valli del Luinese.


Il Direttivo
Comunita' Montana Valli del Luinese.



mercoledì 31 ottobre 2007

Teatro Sociale di Luino 5 novembre 2007 ore 21.00



Si terrà il 5 novembre 2007 alle ore 21.00 al Teatro Sociale di Luino l'esilarante commedia dialettale "MEI VEGH DEBIT E MIA PAGAI… CHE VEGH CREDIT E MIA CIAPAI" portata in scena dal Teatro Popolare della Svizzera Italiana (sito internet http://www.tepsi.ch/) con la compagnia di Yor Milano, una pratica molto attuale ispirata da una canzone popolare proposta dal complesso vocale la VOX BLENI. La serata è sponsorizzata dalla Comunità Montana Valli del Luinese e dal Comune di Luino. L´incasso della serata sarà devoluto all´Anffas. Il costo del biglietto è di Euro 10. La prevendita con prenotazione dei posti numerati avverrà presso il Teatro Sociale di Luino Via XXV Aprile, 13 dal martedì al sabato dalle ore 20.30 alle ore 23.00 - la domenica dalle ore 16.30 alle ore 23.00.

" MEI VEGH DEBIT E MIA PAGAI… CHE VEGH CREDIT E MIA CIAPAI " è una commedia brillante che non mancherà di stupire il pubblico. La storia, frutto dell’esuberante fantasia di Vittorio Barino, racconta delle peripezie di un ballerino, Gaston Dü Ball, che non pagando gli interessi per un prestito ottenuto da un usuraio, è perseguitato da un killer che ha il compito di gambizzarlo. Ogni volta che suona il campanello della scuola di ballo di Gaston, quest’ultimo ecco che si trasforma in formosa matrona, facendosi passare per la sorella. Tanti ed evidenti colpi di scena come l’esilarante incontro tra Gaston ed il prozio che lo scambia per un transessuale.
Risate alternate a momenti di tenera commozione fanno del lavoro di Barino una commedia di boulevard in piena regola. Un lavoro teatrale dai connotati particolarmente delicati che, grazie alla grande professionalità degli attori tutti, non cade mai nel volgare mantenendo anche nei momenti più delicati una grande classe.
Il successo segnalato nelle piazze dimostra quanto il gruppo dialettale della televisione sia apprezzato da tutti e sottolinea l’importanza dello slogan del TEPSI:
ul dialett l’è mia mort, ma al pica a la tua porta parché al g’a bisögn da ti.
Oltre all’incredibile trasformista Yor Milano un Diego Baruffi scatenato nella parte del prozio, Mileti Udabotti, esilarante domestica della scuola di ballo, Sara Bellodi, nuovo acquisto del Tepsi in un incredibile insegnante di balli moderni; simpatica caratterizzazione di Orio Valsangiacomo, nelle vesti di un ambiguo segretario del grande industriale Altieri, impersonato dal bravo Gilberto Fusi. Perfettamente a suo agio nella parte della signora Altieri, Rosetta Salata, altra importante icona del teatro popolare; senza dimenticare l’esilarante Gege Stanga nella parte di un cliente maldestro della scuola di Gaston Dü Ball e il disinvolto attor giovane Marco Gabutti nella parte del figlio di Altieri.Info: Comunità Montana Valli del Luinese 0332.536520 int. 104